Chi siamo

Shop on line

ORARI

Contattaci!

Dove siamo

 

Novità

FOSFENISMO

Geobiologia

Fengshui

Radiestesia

Astrologia

Anello di Ra

Piramidi

Cristalli

Oli essenziali

Benessere



ALOE

L’Aloe possiede la particolarità di poter cicatrizzare qualsiasi ferita della sua buccia in forma istantanea, con il fine di evitare che il ricco liquido del suo interno si perda. Probabilmente fu questa sua capacità di autocurarsi ad offrire la chiave alle antiche civiltà per usarla come pianta dagli importanti poteri.

Il succo puro al 100% di AloeVeraEXTRA garantisce un eccellente effetto rigenerante per tutto l’organismo. Il suo impiego quotidiano e costante mantiene in salute il sistema digestivo garantendoci un’ottima sensazione di benessere.

Gli esclusivi metodi di coltivazione, di raccolta, estrazione e stabilizzazione scelti da ZUCCARI permettono di ottenere un succo la cui consistenza è facilmente comparabile alla foglia fresca autentica.

Questa ricca polpa vanta più di 150 componenti naturali attivi tra cui molte vitamine, insieme a decine di minerali, enzimi e zuccheri complessi importanti per l’equilibrio del nostro corpo. L’Aloe Vera risulta quindi essere un alimento indicato a coadiuvare la maggior parte delle terapie naturali e allopatiche, supportando il corpo in modo naturalmente efficace durante tutti i periodi difficili.

E’ però INDISPENSABILE che il succo di Aloe venga prodotto secondo rigidi criteri che ne salvaguardino la qualità in tutte le fasi della preparazione, dalla coltivazione al confezionamento.

 

LA COLTIVAZIONE Le piantagioni da cui viene prodotta l’Aloe Vera ZUCCARI sono localizzate in Spagna per diversi motivi:

  • la Spagna è l’unico Paese europeo che garantisce l’effettiva qualità delle sue piantagioni grazie al rigido e serissimo controllo dello Stato e non di organizzazioni private;

  • la Spagna è inoltre il luogo più vicino agli stabilimenti di produzione (Germania, Italia e Francia), il che permette di avere un prodotto sempre freschissimo e realmente efficace perché non deteriorato da mesi di permanenza dentro containers navali a temperature a cui spesso è impossibile mantenere intatte le qualità chimiche e organolettiche del prodotto stesso;

  • la Spagna, infine, è obbligata a seguire le procedure di controllo della qualità produttiva stabilite dalla CEE, a cui si affiancano frequenti controlli dei tecnici Zuccari direttamente sul luogo.

 

LA RACCOLTA La raccolta delle foglie di Aloe Vera viene eseguita manualmente foglia per foglia. Un taglio preciso alla base permette che il prezioso gel contenuto all’interno non venga in contatto con l’aria, ossidandosi irreparabilmente prima della sua stabilizzazione. Le foglie vengono inviate a lotti di non più di una tonnellata al centro di lavorazione Zuccari, a poche centinaia di metri dalle coltivazioni, affinché il processo produttivo avvenga a non più di tre ore dalla raccolta.

 

IL LAVAGGIO E L’ELIMINAZIONE DELLE POSSIBILI CARICHE BATTERICHE Le foglie così raccolte e sigillate permettono un profondo lavaggio della superficie esterna con l’eliminazione di qualsiasi carica batterica esistente. Questa costosa procedura, impiegata solo da Zuccari, permetterà in seguito di stabilizzare facilmente la polpa senza l’ausilio di calore, pastorizzazione o smodato impiego di additivi chimici.

 

LA LAVORAZIONE DELLA FOGLIA E IL PROCESSO DI DE-ALOINIZZAZIONE La foglia di Aloe Vera è composta da un gel interno, chiamato parenchima, e da una cuticola verde molto coriacea che ne costituisce l’involucro esterno. Normalmente la lavorazione della foglia consiste in una triturazione molto sottile della foglia intera; ne consegue una polpa densa e verdastra dal sapore molto amaro e dalla attività lassativa a causa della presenza di una sostanza antrachinonica chiamata Aloina, presente nella parte esterna della foglia. L’eliminazione di questa sostanza  ed il ripristino della gradevolezza del prodotto si raggiunge grazie al filtraggio a carboni che trattiene tutte le sostanze indesiderate. Questo processo, che garantisce velocità ed economicità impareggiabili non può però fornire altrettante garanzie in merito all’integrità del gel interno semplicemente tritato.

A tale scopo Zuccari si è impegnata a far decorticare le foglie a mano una per una per evitare qualsiasi procedimento di filtraggio dannoso. La foglia viene completamente privata dell’involucro esterno, lasciando così libero il prezioso filetto di gel interno, il quale viene semplicemente tritato per dare luogo ad una ricca polpa.

 

LA FLUIDIFICAZIONE E LA STABILIZZAZIONE DEL GEL La polpa così ottenuta è però troppo densa e poco stabile nel tempo. La strada che normalmente viene seguita dai produttori prevede l’inserimento nella massa gelatinosa di un enzima, la cellulasi, che si occupa di sciogliere i legami trasformando la polpa nel succo che conosciamo. Altri  produttori impiegano il calore che, rompendo i legami dei mucopolisaccaridi contenuti, ne permette la fluidificazione. Spesso il calore arriva fino a temperature elevate, circa 70 °C, tipiche dei processi di pastorizzazione. Altre volte il prodotto è volutamente pastorizzato per stabilizzarne ulteriormente il mantenimento nel tempo.

Inutile sottolineare come tutti questi procedimenti compromettano più o meno gravemente la missione finale, e cioè di offrire al consumatore un succo che si avvicini il più possibile alle caratteristiche della pianta fresca.

Anni di esperienza produttiva permettono a Zuccari di lavorare la polpa densa di Aloe Vera evitando categoricamente di servirsi di qualsivoglia forma di calore o di enzimi. Un costoso e lungo processo di sbattimento meccanico permette una fluidificazione ragionevole e assolutamente rispettosa delle importanti componenti di partenza del prodotto. Inoltre la stabilizzazione esclude assolutamente il processo di pastorizzazione.

 

COME FUNZIONA L'ALOE?

I principali principi attivi dell'aloe sono riconducibili a tre tipologie:

  1. Principi nutritivi (circa 300) in tracce. Essi trasmettono all'organismo la capacità di metabolizzarli, insegnandogli (o re-insegnandogli) ad utilizzarli al meglio. Immaginando l'aloe come una macchina, i suoi principi nutritivi costituiscono il carburante.

  2. Mucopolisaccaridi, tra cui l'importante acemannano. Essi hanno un'attività DIRETTA, protettiva nei confronti delle mucose (molto indicata ad esempio in casi di gastrite), e una attività INDIRETTA. Quest'ultima si manifesta in una attività citotossica che mette l'organismo in grado di aumentare le proprie difese immunitarie (in pratica simula un'intossicazione che non c'è, stimolando l'organismo a difendersi). I mucopolisaccaridi sono IMMUNOMODULANTI (cioè regolano il sistema immunitario) e non immunostimolanti, quindi non sono dannosi nel caso di malattie autoimmuni (ad esempio la sclerosi). Nel paragone della macchina, i mucopolisaccaridi costituiscono il motore.

  3. Aloina. Essa possiede un'attività lassativa e in piccole dosi insegna all'organismo come disintossicarsi, in tutti gli organi. E' inoltre caratterizzata da attività antitumorale. Costituisce lo scarico.

Affinché la "macchina" funzioni alla perfezione occorre che questi principi attivi siano tutti presenti e siano al massimo della loro efficacia. 

Una materia prima di scarsa qualità e una lavorazione non immediata delle foglie tagliate fa disperdere la maggior parte dei principi nutritivi: viene meno il "carburante".

A temperature superiori a 40 °C i mucopolisaccaridi si degradano, per cui i trattamenti a caldo e soprattutto la pastorizzazione fanno perdere irreparabilmente le loro qualità: viene meno il "motore". 

Il filtraggio a carboni elimina completamente l'aloina: viene meno lo "scarico". Pulendo a mano le foglie invece è possibile lasciare il giusto quantitativo di aloina per mantenerne le importantissime caratteristiche. Tale processo, pur innalzando i costi di produzione, appare dunque INDISPENSABILE.

 

Se sei interessato, puoi acquistare i prodotti a base di aloe in negozio...

 

© 2006 Il Cielo di Nut. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione.

mappa del sito