L'Anello di Ra - Il Cielo di Nut

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'Anello di Ra

Anello di Ra



L’anello di Ra (anche conosciuto come anello di Atlante, anello di Luxor, anello di Karnac o anello dell’Impunità) è un anello in pietra di Assuan che fu ritrovato dal marchese di Agrain (egittologo francese) durante gli scavi archeologici nella Valle dei Re in Egitto nel 1860, nella tomba di un sacerdote o di un matematico.
Divenne in seguito proprietà di Howard Carter, l’egittologo inglese che scoprì la tomba di Tutankamon, ed egli stesso dichiarò che il motivo per cui fu l’unico a salvarsi dalla “maledizione del faraone” che uccise in modo misterioso e per lo più improvviso tutti gli altri componenti della spedizione e tutti coloro che in un modo o nell’altro furono coinvolti in in quella scoperta, fosse un “amuleto magico” che lo aveva protetto. Questo amuleto era proprio il famoso anello di Ra.
Questo reperto archeologico, vecchio di migliaia di anni, fu addirittura ipotizzato come proveniente dalla mitica civiltà di Atlantide. Di qui l’intenso interesse che questo oggetto ha sempre suscitato.
L’anello, rimasto di proprietà di Howard Carter fino alla sua morte (1939) è ora in possesso del figlio di André De Belizal.

L'autentico anello di Atlantide - Immagine da abradiesthesie.com


André De Belizal fu un radioestesista di grande fama e un pioniere nello studio delle onde di forma, inventore di numerosi strumenti di analisi radiestesica e di emissione radionica (come ad esempio il Pendolo Universale PU6). Fu proprio lui a battezzare l’anello con il nome di “Anello di Luxor”, dopo averlo studiato a fondo sotto il profilo delle emissioni di forme e averne anche aggiunto delle “migliorie”.

E’ curioso notare come la famiglia di De Belizal sia discendente del casato del marchese di Agrain, scopritore dell’anello, come testimoniato dalla lapide sulla tomba di famiglia.

L’anello di Ra è una fedina rotonda sulla quale è incisa una serie di motivi geometrici. Alle estremità delle punte dei triangoli l’anello è perforato da parte a parte e una linea dritta incisa all’interno dell’anello collega questi due fori.
Occorre aggiungere a questa descrizione sommaria una serie di piccoli dettagli che lo caratterizzano: il rettangolo centrale della decorazione è più alto degli altri, la linea che forma il lato destro di ciascun triangolo prosegue oltre la punta e al centro di uno solo dei due triangoli si trova un foro inciso non passante.

Naturalmente l’interesse per questo anello dalle proprietà sicuramente particolari fece sì che vennero prodotte delle copie, così da regalare ai proprietari tutte le facoltà “magiche” che esso poteva procurare.
Per più di 50 anni, però, l’anello originale fu inaccessibile poiché il suo proprietario si rifiutava di lasciarlo fotografare o anche solo di mostrarlo, a tal punto che molti pensarono che l’anello di Ra fosse solo una leggenda. Coloro che decisero di riprodurre l’anello di Ra dovettero servirsi degli schizzi realizzati al momento della sua scoperta nel 1860. Poiché tali schizzi erano imprecisi, gli anelli realizzati su quella base lo erano altrettanto. La maggior parte degli anelli di Ra ancora sul mercato fanno parte di quella serie. Sono realizzati in argento 925 e qualche volta in oro, ma non rispettano numerosi particolari importanti nelle forme e nelle proporzioni.
Fu soltanto dalla fine degli anni ‘80 che si poté disporre delle foto e delle misure esatte dell’anello originale, ed è a partire da questa documentazione e da diverse sperimentazioni che fu realizzato infine l’anello oggi disponibile in argento puro 999.

Tutti gli anelli di Ra sul mercato sono ovviamente delle copie, alcune più precise, più somiglianti, realizzate con materiali migliori o fatte meglio di altre. Ma è falso pretendere che un modello in particolare sia “il vero” anello. Tuttavia l’anello che proponiamo è senza dubbio la copia più vicina all’originale, riprodotto nel modo più fedele possibile e con grande attenzione ai suoi più piccoli dettagli, ed è realizzata con il migliore conduttore energetico, ovvero l’argento puro 999. E soprattutto, sia a fronte di sperimentazioni sia con la collaborazione e le testimonianze dei suoi utilizzatori, possiamo affermare che esso è veramente EFFICACE.

L'autentico anello di Atlantide - Immagine da abradiesthesie.com

© 2009 Il Cielo di Nut. Tutti i diritti riservati.
E' vietato riprodurre il contenuto di questo sito senza autorizzazione.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu